Previsioni di andamento dell'industria manifatturiera in Liguria per il 3° trimestre 2019

30/07/2019

Le aziende manifatturiere liguri continuano a mostrare segnali di preoccupazioni per il futuro a breve termine. Dal terzo trimestre 2018, la fiducia degli imprenditori aveva cominciato a virare al pessimismo, dopo un periodo di caute attese positive. Le debolezze del commercio estero, della domanda interna e la nuova frenata dell’occupazione avevano cominciato ad allarmare gli operatori economici locali. Dopo il forte calo della fiducia, registrato, sino al primo trimestre del 2019, è iniziata una fase di recupero, che, per alcune delle voci analizzate, continuerà anche nei prossimi tre mesi. Tuttavia, l’analisi degli indicatori conferma anche alcuni andamenti negativi.
Va inoltre ricordato che il crollo della fiducia delle imprese liguri si è verificato nel periodo contrassegnato dal crollo del Ponte Morandi, i cui negativi impatti economici erano temuti in molti settori dell’economia genovese. Tali impatti, grazie anche a una efficace gestione dell’emergenza e alla costruzione di opere funzionali alla viabilità, si sono rilevati meno pesanti rispetto alle attese e ciò ha quindi contribuito a una flebile ripresa degli indici di fiducia.
Al contrario, le debolezze, che emergono in questi mesi vanno oltre la specificità di quanto accaduto lo scorso agosto: l’export ligure rimane comunque debole e l’occupazione rimarrà pressoché ferma.
La bassa fiducia impatta anche sugli investimenti, attesi in calo nel 2019, dopo anni di risalita.

Leggi la relazione completa del Centro Studi di Confindustria Genova

Servizio Centro Studi - centrostudi@confindustria.ge.it - (+39) 010 8338.572