Nuova Delibera di Giunta regionale sulle modalità di utilizzo del nuovo sistema applicativo ORSo, per gestori di rifiuti

29/08/2019

In attesa di incontrare ARPAL il  21 novembre, presso la nostra sede, per il seminario rivolto a tutte le imprese di gestione rifiuti interessate al nuovo applicativo “ORSo” (Osservatorio Rifiuti Sovraregionale) come anticipato da nostro comunicato, vi informiamo che è stata pubblicata la DGR n. 683 del 2 agosto 2019 sulla "Definizione delle modalità, contenuti e tempistiche per la compilazione dell’'applicativo O.R.So. (Osservatorio rifiuti sovraregionale) relativo alla raccolta dati relativi ai rifiuti gestiti dagli impianti in Regione Liguria. L.r. n. 23 /2007, art. 17 bis”".

La delibera da avvio all’utilizzo dell’applicativo web-service denominato O.R.So.  quale sistema informatizzato per la trasmissione dei dati e informazioni relativi ai quantitativi di tutte le tipologie di rifiuti gestiti su base annuale, secondo i provvedimenti autorizzativi vigenti, da parte dei gestori degli impianti e/o attività autorizzati al recupero e smaltimento di rifiuti, ed in particolare riporta negli allegati le modalità di compilazione:

- L'Allegato 1 “SPECIFICHE PER LA COMPILAZIONE DELL’APPLICATIVO SCHEDA IMPIANTI O.R.So. per la Regione Liguria” specifica i contenuti e le modalità di compilazione dell’applicativo O.R.So., relativamente alla sezione “impianti”;

- L'Allegato 2 “RICHIESTA PROFILAZIONE NEL SISTEMA O.R.So. IMPIANTI” riporta la modulistica da utilizzare.

Ricordiamo i soggetti obbligati e soggetti esentati dalla compilazione di ORSo:

a) Sono tenuti al caricamento dei dati relativi alla gestione dei rifiuti, secondo le modalità riportate nel paragrafo 4 del presente allegato, i gestori degli impianti di recupero e/o smaltimento rifiuti ubicati sul territorio ligure che trattino rifiuti urbani, rifiuti speciali o rifiuti urbani e speciali ad eccezione di quelli espressamente esclusi al punto successivo. b) Sono esentati dal caricamento: I. gli impianti mobili; II. i produttori di rifiuti, inclusi quelli che effettuano la messa in riserva/deposito preliminare dei propri rifiuti e che, non rientrando nelle modalità previste per la gestione del deposito temporaneo, sono autorizzati ad effettuare operazioni R13 o D15 di tali rifiuti.

Ogni impianto esistente deve richiedere entro il 30 ottobre 2019 il rilascio delle credenziali per l’accesso al sistema adARPAL – Direzione Scientifica – U.O. Pianificazione Strategica – Ufficio Catasto Rifiuti tramite invio contestuale di pec (arpal@pec.arpal.gov.it) ed e-mail ordinaria (censimentoru@arpal.gov.it). Il  modulo da utilizzare è riportato nell'Allegato 2.

La profilazione nel sistema da parte di ARPAL - Ufficio Catasto Rifiuti avviene entro 60 giorni dal ricevimento dell’istanza, previa la verifica della completezza delle informazioni fornite. A profilazione avvenuta è inviata all’indirizzo indicato dell’incaricato al caricamento per l’impianto, una mail contenente le password per l’accesso al portale ( https://orso.arpalombardia.it/. ) e la chiusura della scheda. Per accedere alla sezione dedicata agli impianti è necessario selezionare: “Scheda Impianti - compilazione scheda impianti di trattamento”. L’accesso è possibile tramite username (corrispondente al nome dell’impianto seguita dall’indirizzo della unità locale UL) e password di ingresso.

Servizio Ambiente - vcanepa@confindustria.ge.it - (+39) 010 8338.216