NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Regione Liguria: bando “MATCH POINT”

07/07/2021
La Giunta regionale ha deliberato uno stanziamento di 1,5 milioni di euro per ‘Match Point’, nuova misura finalizzata all’inserimento lavorativo di giovani disoccupati, inoccupati e inattivi di età compresa tra i 18 e i 30 anni, che abbiano assolto l’obbligo di istruzione, attraverso l’erogazione di corsi di formazione in alternanza tra aula e azienda.

L’avviso è rivolto agli organismi formativi accreditati nella macrotipologia formativa “Formazione superiore”.
 
Il focus centrale dell’iniziativa è l’acquisizione di competenze da parte dei destinatari per facilitare l’inserimento lavorativo: competenze che siano effettivamente richieste dal tessuto produttivo di riferimento caratterizzato.
 
La misura ha lo scopo di finanziare percorsi di potenziamento delle competenze di durata variabile dalle 120 alle 600 ore erogati attraverso la modalità dell’alternanza formativa in azienda per il 50% del monte ore totale.
 
Per alternanza formativa si intende una parte di percorso da svolgere in ambiente lavorativo, presso aziende convenzionate, con obiettivi formativi condivisi tra organismo di formazione, azienda e utente destinatario
 
I destinatari delle misure acquisiscono competenze spendibili nel mercato del lavoro che favoriscono l’inserimento lavorativo.
 
La possibilità di creare fin da subito una relazione tra il destinatario della politica e un’impresa, permette inoltre di attivare un meccanismo di matching tra domanda ed offerta di lavoro.
 
Si possono attivare percorsi di formazione in alternanza che abbiano le seguenti caratteristiche:
 
- siano supportati da un’analisi dei fabbisogni di competenze/ professionali,
- facciano riferimento alle figure professionali ricomprese nel Repertorio Ligure delle figure professionali (http://www.laboratorioprofessioni.it/), o allo sviluppo di specifiche competenze
previste nell’ambito delle figure professionali del suddetto repertorio,
- abbiano durata variabile tra le 120 e le 600 ore in totale, comprese le ore di alternanza formativa,
- prevedano l’alternanza formativa in contesto lavorativo della durata del 50% delle ore totali del
percorso,
- prevedano un numero di allievi per aula ricompreso tra i 10 e i 15,
- al termine dei percorsi venga rilasciato l’attestato di qualificazione o di frequenza a seconda che il corso affronti tutte le competenze previste dal repertorio per la rispettiva figura professionale
o riguardi solamente una o più specifiche competenze.
 
L’alternanza in azienda si configura come tirocinio curriculare (stage); il percorso formativo dovrà essere svolto in presenza, nel rispetto delle vigenti disposizioni in materia di salute e sicurezza.
La FAD potrà essere consentita solo nel caso in cui siano disposte dalla normativa nazionale e/o regionale restrizioni allo svolgimento delle attività formative in presenza.
 
L’organismo formativo dovrà stipulare una convenzione con l’impresa presso la quale il giovane svolge l’alternanza formativa, che definisce le finalità del percorso, le attività che l’allievo andrà a svolgere, le regole da osservare da entrambe le parti coinvolte, i dati anagrafici dell’azienda e dell’allievo, la durata della formazione in azienda e d’aula, i referenti interni all’organismo formativo e quelli aziendali, gli strumenti da utilizzare e ogni altro aspetto utile a definire i dettagli del percorso di alternanza.
 
Considerata la centralità dell’alternanza in contesto lavorativo dovrà essere prevista la presenza di un tutor aziendale che seguirà l’allievo durante i periodi di formazione in azienda.
 
IL RUOLO DELLE IMPRESE
 
Il soggetto proponente, in sede di candidatura e a pena di inammissibilità, dovrà presentare specifico accordo stipulato con ognuna delle imprese aderenti al percorso e responsabili della formazione in alternanza svolta in ambiente lavorativo che impegna l’impresa ad accogliere e formare un determinato numero di destinatari.
 
Gli elementi obbligatori dell’accordo sono i seguenti:
a) Riportare i dati identificativi e organizzativi dell’impresa (es. impresa: tipo di impresa, numero dei
dipendenti, ecc);
b) Indicare in modo chiaro e preciso il titolo e la durata del corso formativo di riferimento;
c) Prevedere una dichiarazione d’impegno non condizionato allo svolgimento della formazione in
contesto lavorativo;
d) Indicare il numero degli allievi che si accolgono in azienda
e) Essere sottoscritto dal legale rappresentante dell’impresa
f) Riportare le sottoscrizioni in forma chiaramente leggibile e accompagnate dall’indicazione del nome e cognome e dal titolo di rappresentanza;
g) Essere prodotto in originale o copia conforme.
 
Le operazioni dovranno essere avviate entro 45 giorni dalla data del provvedimento di ammissione a finanziamento.
 
La durata dell’operazione dovrà essere comunque riconducibile a un periodo non superiore a 6 mesi.
 
L’avviso è aperto a sportello fino al 31 dicembre 2021, nei limiti della dotazione finanziaria di Euro 1.500.000; le candidature, unitamente a tutta la documentazione richiesta dall’ avviso, devono essere presentate all’Organismo intermedio ALFA dal 23 giugno 2021 secondo le modalità definite al paragrafo 12 dell’Avviso.
 
Servizio Formazione Rapporti con Università e Scuola - tvigano@confindustria.ge.it - (+39) 010 8338.421

Download

Link

No result...